Archivio

  • 6° Congresso Nazionale ITALF – Assisi 14-16 giugno 2022
  • 5° Edizione delle Giornate Senesi di Flebolinfologia – Siena 6-7 maggio 2022
  • Live Venous Symposium 2021 – 22-23 ottobre 2021

Si è tenuto nei giorni 14, 15 e 16 giugno 2022 il 6° Congresso Nazionale dell’ITALF (Italian Lymphoedema Framework), emanazione italiana dell’ILF (International Lymphoedema Framework). Nella splendida sede della Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli ad Assisi i più importanti esperti italiani ed europei nel campo delle malattie del sistema linfatico si sono confrontati, offrendo con le loro relazioni spunti di ricerca e di innovazione tecnologica di grande interesse per la cura e la riabilitazione dei malati affetti da linfedema e da lipedema. A me è toccato nel ruolo di chirurgo vascolare parlare delle possibilità offerte attualmente dalla chirurgia nel trattamento dell’edema sia venoso che linfatico, considerate le strettissime inter-relazioni esistenti sia dal punto di vista anatomico che fisiopatologico tra il sistema venoso e il sistema linfatico. Complimenti agli organizzatori dell’evento scientifico, che ha visto presenti in aula congressuale più di 150 persone tra medici, infermieri, fisioterapisti, tecnici ortopedici, rappresentanti delle Aziende di elastocompressione e di farmaci, che più di altre sono vicine all’universo delle malattie linfatiche e ai malati che ne sono colpiti.

Si è tenuta a Siena nei giorni 6 e 7 maggio 2022 la 5° Edizione delle Giornate Senesi di Flebolinfologia, organizzate dal Prof. Giuseppe Botta sotto l’egida della Società Italiana di Flebolinfologia e con il patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Siena. È stata una bellissima manifestazione congressuale. Tutte le Relazioni, i commenti e le discussioni che ne sono seguite con i presenti in aula sono state di altissimo livello scientifico. Tutti i componenti del Consiglio Direttivo della SIFL si sono distinti per brillantezza ed equilibrio. E’ stata una miscela vincente di colleghi giovani e rampanti e di colleghi meno giovani, ma di grande esperienza e professionalità. La presenza alla manifestazione scientifica dei 2 attuali VicePresidenti mondiali dell’Unione Internazionale di Flebologia, i carissimi amici Lorenzo Tessari e Sergio Gianesini, nostro candidato alla prossima Presidenza mondiale della UIP, ha reso l’evento di natura internazionale, anche perché con il commento di Gianesini è stato proiettata la videorelazione del Prof. Joseph Raffetto di Boston (USA) sulle più recenti acquisizioni in tema di fisiopatologia e clinica della malattia venosa cronica. È stato un incontro scientifico fortemente caratterizzato dalla serenità, semplicità, sincera cordialità e vera amicizia. La SIFL è “una famiglia” sana e forte, impegnata nella divulgazione delle più moderne conoscenze scientifiche e in più ambiti di ricerca, grazie al contributo dei più giovani ed entusiasti colleghi. L’iscrizione e la partecipazione al convegno, rivolto ai medici, ai farmacisti, agli infermieri, ai fisioterapisti e ai tecnici della riabilitazione, ha consentito loro di ottenere cinque crediti ECM il venerdì 6 e sette crediti ECM il sabato 7, certificati dal Provider secondo la regolamentazione approvata dalla Commissione Nazionale per la ECM.
L’organizzatore del convegno, nonché Segretario Esecutivo Nazionale della SIFL.
Prof. Giuseppe Botta

Venerdì 22 e sabato 23 ottobre 2021 si è tenuto il “Live Venous Symposium” organizzato dal dott. Christian Baraldi, membro del Consiglio Direttivo della SIFL. Il programma del Simposio telematico ha offerto 11 sessioni/workshops dal vivo, tra cui si poteva scegliere di partecipare. Ogni collega si poteva registrare sul sito del “Live Venous Symposium” e selezionare i workshops preferiti, effettuando un programma completo di formazione di 2 giorni. E’ stata anche prevista la partecipazione in presenza di un numero limitato di persone, garantendo una formazione esclusiva, che ha permesso al professionista di trovarsi nelle condizioni di praticare tutto ciò che ha appreso. In aggiunta si è data alle persone collegate via web una fantastica esperienza di formazione. Grazie agli attuali progressi tecnologici sono state messe in atto numerose innovazioni, che hanno dato la sensazione di un evento il più fedele possibile alla realtà. Tramite la piattaforma virtuale ogni partecipante è stato in grado di incontrare durante ogni sessione non solo gli esperti, ma anche i colleghi e gli espositori tramite la videochat, utilizzando le stanze di “networking” dedicate.
Il “Live Venous Symposium” ha raggiunto l’obiettivo prefissato grazie al grande lavoro svolto dalle persone, che hanno collaborato per realizzarlo, ai docenti e agli sponsor che hanno fornito il loro supporto incondizionato. A tal proposito la normale sala espositiva, presente in tutti gli eventi scientifici, è stata sostituita da una piattaforma espositiva virtuale.